Come eliminare la formazione di calcare nella tua casa?

Settembre è arrivato e noi siamo tornati! Come vi avevamo preannunciato, il famigerato mese che mette in crisi tutti, in Purehomeideas ha portato delle grandi novità.

La prima, ve lo avevamo scritto, è una novità zero calcare: si tratta di Alpwater, il dispositivo anticalcare magnetico dalla tecnologia rivoluzionaria e duratura contro la formazione del calcare. 

Innanzitutto è necessario fare chiarezza: partendo dal presupposto che tutti ci poniamo l’annosa questione di come eliminare il calcare dall’acqua, quale sistema scegliere?

Gli effetti negativi del calcare

Risolvere il problema del calcare è fondamentale per migliorare la qualità della nostra vita domestica. Infatti, il calcare ha effetti negativi su tutti gli elettrodomestici, sull’impianto di riscaldamento, sulle superfici dei tuoi ambienti, la rubinetteria e sulle porte a vetri delle docce. 

Ma non solo: infatti il calcare è dannoso anche per la nostra salute e sulla nostra pelle, rendendola secca e ruvida al tatto.

La formazione di calcare nell’acqua è un problema anche per il portafoglio visto che gli elettrodomestici perdono in efficienza, richiedendo una sostituzione dopo pochi anni di vita. 

La gestione del calcare, inoltre, è cruciale anche per risparmiare sui detersivi di cui ci serviamo durante le nostre pulizie.

Vediamo, quindi, insieme le numerose differenze che vanno analizzate per poter effettuare quale scelta fare.

Addolcitori d’acqua o dispositivi anticalcare: le differenze

Il mercato offre moltissimi sistemi chiamati addolcitori d’acqua o dispositivi anticalcare, ma capirne le differenze non è sempre così facile. 

Vediamo insieme, quindi, le numerose differenze che vanno analizzate per poter effettuare una scelta consapevole. 

La prima riguarda il principio di funzionamento su cui si basano i vari dispositivi:

  • l’addolcitore d’acqua sfrutta un processo chimico di scambio ionico, tale per cui l’acqua, proveniente dalla rete idrica, passa attraverso una resina cationica dove avviene il suddetto scambio, che trasforma le molecole di calcio e magnesio in sali di sodio. 

La composizione dell’acqua dunque viene modificata, diventa meno “dura” e snaturata di quegli elementi minerali che la rendono la risorsa più importante di cui disponiamo;

  • Questo non succede invece con un dispositivo anticalcare magnetico che non elimina la presenza di calcio e magnesio, non apportando alcuna variazione chimica e organolettica all’acqua, ma ne impedisce la cristallizzazione che dà origine al calcare. 

Abbiamo messo subito l’accento su questa grande differenza perché la riteniamo importantissima ai fini di una scelta consapevole che riguarda la nostra salute: l’eccessiva presenza di sale nell’acqua è dannosa per il nostro organismo, oltre al fatto che rende la nostra pelle e i nostri capelli più secchi.

La seconda differenza riguarda gli ingombri. Non c’è paragone su questo fronte: l’anticalcare magnetico ha dimensioni ridotte, rispetto a un addolcitore che invece necessita di un notevole spazio, che spesso non abbiamo a disposizione nelle case. 

Anche per quanto riguarda il montaggio la sfida è impari: un dispositivo anticalcare magnetico infatti si installa in 5 minuti senza la necessità di chiamare un tecnico professionista, mentre è necessario l’intervento di un idraulico per installare un addolcitore d’acqua, che richiede una modifica all’impianto esistente. 

La praticità è un altro aspetto di cui tener conto:

  • dopo essere stato installato, il dispositivo anticalcare magnetico non richiede manutenzione, il che implica un consistente risparmio in termini di tempo e denaro;
  • l’addolcitore dell’acqua ha bisogno di regolare manutenzione. Infatti, è necessario tenere sotto controllo il livello di sale, di resina ed è richiesto l’intervento di un tecnico per effettuare controlli periodici.

Un’altra questione da non sottovalutare riguarda la salute:

  • l’anticalcare magnetico non presenta rischi di inquinamento batterico perché il filtro è posizionato esternamente rispetto al tubo
  • altri sistemi di filtrazione, trattando l’acqua di acquedotto, aprono la strada alla contaminazione batterica. Gli impianti che si vantano di migliorare il sapore dell’acqua, infatti, rimuovendo proprio i composti del cloro, aggiunti con funzione disinfettante e che danno il caratteristico sapore sgradevole, inevitabilmente la rendono più vulnerabile alla proliferazione batterica. Inoltre, eliminando il calcare si ottiene un’acqua impoverita di sali, anche di quelli utili alla salute, e più ricca di sodio.

E per quanto riguarda i costi?

  • l’anticalcare magnetico è senza dubbio una scelta più economica, dall’acquisto alla manutenzione, che non è assolutamente necessaria! 
  • Con l’addolcitore dell’acqua invece la spesa è più elevata non solo per l’acquisto, ma anche per i costi di manutenzione periodica.

Quale soluzione anticalcare preferire?

Se l’acqua che sgorga dal vostro rubinetto ha un’eccessiva durezza e un cattivo sapore e si desidera non solo proteggere gli elettrodomestici, ma poterla anche bere senza problemi, l’addolcitore è la soluzione più adeguata, a patto di essere molto attenti nella scelta del prodotto, della marca ma soprattutto valutando produttori seri e professionali.

Se invece la vostra necessità è solo di preservare le tubature domestiche, gli elettrodomestici, impedire la fastidiosa formazione del calcare e rendere, quindi, le operazioni di pulizia semplici e leggere, allora il dispositivo anticalcare magnetico è la scelta migliore che potete fare. 

Non di meno, con un dispositivo anticalcare magnetico preservate la natura dell’acqua che contiene comunque minerali importanti per la nostra salute!

La normativa italiana sull’acqua potabile

È interessante sapere che l’acqua potabile in Italia dovrebbe sottostare a limiti stringenti imposti dalla normativa ed è, quindi, nella stragrande maggioranza dei casi di buona qualità. 

Per legge, è controllata con frequenza dai gestori degli acquedotti e dalle Asl. La presenza di cloro ha una funzione disinfettante (aspetto decisamente importante in tempi di COVID) ma presenta indubbiamente un sapore non molto piacevole.

Vi sveliamo un piccolo segreto per eliminare il sapore di cloro dall’acqua: è sufficiente lasciare riposare l’acqua del rubinetto per qualche tempo in una brocca prima di berla: il cloro è infatti volatile ed evapora rapidamente! 

Alpwater: la soluzione rivoluzionaria per il calcare

Dato che Settembre è un mese duro un po’ per tutti… vi sveliamo un segreto ancora migliore!

Andate a scoprire il nostro dispositivo magnetico anticalcare Alpwater nella sezione dedicata sul nostro sito e troverete la soluzione perfetta, più conveniente e semplice contro la formazione del calcare!

Scopri AlpWater!

Qual è dunque l’alleato migliore per evitare la formazione del calcare, l’addolcitore d’acqua o l’anticalcare magnetico? Voi avete già fatto la vostra scelta? Scrivetecelo nei commenti!

A presto!

close

10%

di sconto, solo per te 🎁

Iscriviti per ricevere il tuo sconto esclusivo e ricevere aggiornamenti sui nostri ultimi prodotti e offerte!

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *